[intervista] Conoscere Design-Apart: incontriamo Technogel

| Author

Le presentazioni dei produttori Design-Apart sono sempre l’occasione per parlare di tradizione e innovazione, di famiglie e racconti artigiani.
La storia di Technogel è un po’ differente, ma non meno affascinante. Ce la racconta Eleonora Candilera, Trade Marketing Manager dell’azienda.

Eleonora, raccontaci come nasce Technogel e come si inserisce nel progetto Design-Apart.

Technogel nasce 20 anni fa a San Pietro in Gu (Padova), originariamente con il nome di Royal Medica e come spin-off del Gruppo Selle Royal in campo medicale.

Dopo alcune applicazioni di successo nel settore, Royal Medica ha intuito le grandi potenzialità d’impiego del gel e, in collaborazione con l’Istituto di Bioingegneria del Politecnico di Milano, ha disegnato un cuscino antidecubito, con speciali caratteristiche geometriche, tali da sfruttare al massimo le proprietà del gel, con considerevoli vantaggi in termini di comodità benessere per il paziente.

Nel 1997 la società ha deciso di ampliare il proprio campo applicativo all’arredo ufficio, ideando e realizzando nuove tipologie di sedie, cuscini, braccioli e accessori ergonomici per personal computer.
L’adattabilità del gel, frutto delle sue proprietà elastiche, ha spinto Royal Medica, nel 1998, a realizzare una joint venture con Otto Bock GmbH chiamata Technogel.

TechnogelEstasiPlus
Technogel – Estasi Plus

In anni recenti, infine, Technogel® è stato impiegato per la realizzazione di numerosi oggetti di design e di opere artistiche.

Oggi Technogel ha raggiunto nuovi traguardi di specializzazione nel campo del comfort e del sonno, realizzando materassi e cuscini assolutamente unici e innovativi per specifiche tecniche e qualitative.

Quali sono i vostri mercati di riferimento attuali e in quali proporzioni? Quali vorreste che fossero, tra 5 o 10 anni? Ci sono differenze nel modo in cui vi rivolgete al mercato italiano e a quello internazionale (dove già avete una forte presenza)?

Attualmente i mercati di riferimento differiscono in base alla tipologia di prodotto o materiale proposta; si differenziano ancora di più in base alla divisione operativa di Technogel (business to business o business to consumer).

In linea generale, però, ci riferiamo a mercati “evoluti”, il Vecchio Continente, il Nord America e il Giappone, dove l’attenzione al benessere e al confort è generalmente più alta.

Il mercato italiano è per noi una piccola componente del totale delle vendite. Abbiamo intrapreso la strada dell’internazionalizzazione ormai da molti anni, raccontando la nostra storia di piccola azienda italiana in un contesto più ampio e di respiro globale.

Artigianato, manifattura, design: com’è composto questo mix per Technogel?

A differenza delle altre aziende partner di Design-Apart, per Technogel si deve tenere in considerazione anche un altro elemento: l’alta industrializzazione del prodotto.

Technogel è un’azienda manifatturiera dove tecnologia e industrializzazione giocano un ruolo fondamentale. La produzione di materie plastiche non è un processo in piccola scala – basti pensare alla mole dei macchinari usati per trasformare le singole componenti chimiche in gel fruibile.

La forza di Technogel sta nel rendere accessibile questo processo altamente industrializzato all’artista, all’artigiano e al consumatore finale.

maninwater_technogel

Recentemente il Financial Times ha citato il caso Technogel per la sua capacità di trasformare un materiale plastico, ricco di tecnologia e potenzialità, poco conosciuto al consumatore finale, in un materiale amato da artisti e designer per la sua poliedricità.

Technogel ha aperto le porte (e la propria mente) a creativi di tutto il mondo, per rinnovarsi e reinventarsi ogni giorno. Ha introdotto elementi solitamente estranei come il “su misura”, in un campo dominato dall’efficienza data dai grandi numeri.

Le capacità artigianali delle aziende italiane fanno sognare il mondo e soffrire i loro protagonisti, in italia: qual è il vostro punto di vista?

Penso che la parte piu’ affascinante dell’artigianalità italiana, per il consumatore straniero, sia la nostra capacità di trovare soluzioni, dove gli altri vedono solo problemi.

Troviamo soluzioni eleganti, grazie alla nostra capacità di vedere le cose come saranno. Immaginiamo il bello che verrà e poi lo realizziamo.

Ai non addetti ai lavori questo sembra accada per magia, quando invece è frutto di tanto sforzo e preparazione; e alle volte sforzo e preparazione, si sa, fanno un po’ soffrire.

Qui in Technogel, più che soffermarci su quella sofferenza, preferiamoci goderci la soddisfazione che ne consegue.

Aliens_MarikoMori_DA
Aliens, opera dell’artista giapponese Mariko Mori

Infine, una domanda legata al vostro apporto agli arredi del loft: potete raccontarci queli elementi di valore sono racchiusi in questo vostro lavoro?

Technogel, oltre ai vari prodotti personalizzati per clienti dei più svariati campi, si propone al mercato come un produttore innovativo nell’ambito sleeping con i nostri materassi e cuscini.

La nostra voglia di continua innovazione ci sta portando a realizzare anche delle soluzioni letto, dove il focus viene dato alla testiera che si arricchisce del nostro gel, non solo come elemento di comfort, ma anche come elemento di design dal forte impatto estetico.

Da questa volontà è nata la collaborazione con l’azienda Ermes Ponti, che con noi ha disegnato il primo letto disegnato da Technogel e delle panche di arredo.

Le mattonelle nella testiera del letto e gli elementi seduta delle panche trasmettono il feeling setoso, morbido e confortevole di Technogel, oltre alle sue caratteristiche estetiche di colori e trasparenze originali ed innovative.

 

__________________________

Technogel in Rete